Come già riportato in precedenza, il 6 gennaio, la polizia ha ricevuto un messaggio che indica che, situato Мустамяэ tee negozio entrati due uomini, uno dei quali lo guidò un dipendente di un negozio di simile a un'arma oggetto. Su dati grezzi, i ladri hanno portato via con una decorazione per un totale di circa 50.000 euro.

Anche se sul luogo dell'incidente la polizia non è riuscita a nessuno di reggere come sospetto, i ladri hanno lasciato abbastanza tracce, e basandosi su raccolte durante l'indagine preliminare di informazioni, gli investigatori era ragione di credere che abbiano commesso una rapina, gli uomini erano non locale e potrebbe andare in Lettonia.

"Sulla base di queste informazioni, abbiamo rafforzato il controllo nelle aree di confine, ma quella volta predoni fortunato e non è fermati alla frontiera. Abbiamo iniziato a collaborare attivamente sia con il lettone colleghi e con altri partner, con i quali hanno condiviso le informazioni.

Molto ha contribuito cechi di polizia, Europol e la rete di cooperazione organi investigativi e прокуратур paesi europei Eurojust. Risultato di una cooperazione e di scambio di informazioni si è scoperto che con grande probabilità gli stessi uomini che hanno rapinato una gioielleria a Tallinn, hanno commesso tali crimini e in altri paesi d'Europa", — ha detto il direttore penale escursioni Пыхьяской prefettura Урмет Tambre.

A metà febbraio gli investigatori del servizio anti-atroci crimini Пыхьяской prefettura andati in Lettonia, e il 25 febbraio lettoni colleghi in collaborazione con i nostri agenti di polizia arrestato due cittadini della Lettonia, sospettato come in rapina a mano armata di tallinn in un negozio di gioielleria, e in altri simili reati in tutta Europa.

Attualmente i detenuti sono in carcere e presto saranno trasportati in Estonia.