La responsabilità penale sarà ora di calpestare nel caso in cui il pagamento del lavoro pari a oltre 10 minimi mensili degli stipendi non si riflette nei documenti contabili, segnala BNS con riferimento a press-di servizio del Sejm. Il datore di lavoro può essere punito con la reclusione fino a due anni, coercitiva del lavoro, valuta bene, la privazione del diritto di impegnarsi in attività per un certo periodo di tempo, o il divieto di occupare certe posizioni per un massimo di tre anni.

Responsabile per il pagamento degli stipendi "nella busta" a meno del 10 salari minimi regola il Codice di violazioni amministrative.

L'ufficio stampa del Sejm, osserva che la legge e in precedenza ha permesso di punire il datore di lavoro a tali violazioni, infatti, l'evasione fiscale. Tuttavia, si prevede che la nuova norma consentirà di aumentare l'efficienza di combattere il problema, così come il pagamento degli stipendi "nella busta" più facile da dimostrare.