"Mikhail Tal, di una delle personalità, grazie alla quale il mondo è conosciuta Riga e la Lettonia, - racconta il produttore del film Гунтис Тректерис. - Tal - ottavo il campione del mondo di scacchi - come tutti lo conoscono persone nel nostro paese e all'estero. A volte all'estero, anche meglio che in Lettonia".

Il documentario "Mikhail Tal. Da lontano" lettone regista Stanislav Токалова non ha la pretesa di svelare il mistero di scacchi di genio. Si sta cercando di guardare in profondità nella ambigua personalità Tal - per quanto possibile di oggi e di rappresentante di una generazione più giovane, come lui stesso Stanislaw. Il regista non è stato possibile sapere Tal personalmente - Mikhail Tal morì a 62 anni più di 20 anni fa.

"Che Tal uno dei più importanti giocatori di scacchi del mondo, è tutto chiaro. Ma qual è stato l'uomo? Dove sta la genialità della sua personalità? - così sul suo film appunto il regista Токалов. - Sono molto grato agli eroi del film – e i bambini a Mikhail Tal Jeannet e George, e i suoi compagni – allenatore Valentina Кириллову, medico Рафаилу Розенталю, un compagno di scuola ad Abram Клецкину e gli altri che mi hanno aiutato a conoscere questa fantastica persona".

Film creato in italiano. Forse, gli spettatori vedranno il parallelismo con la riga città poetica scuola di documentario film - quasi tutti i 60 minuti di film ricca di metafore e immagini allegoriche, che sottolinea la musica di Rachmaninov e di Bach - compositori preferiti Tal.

"Mikhail Tal. Da lontano" – film di debutto, sceneggiatore e regista di Stanislao Токалова nel documentario genere. Nel 2014 Stanislaw ha ricevuto il premio Nazionale "la Grande Кристап" per il cortometraggio "desideri Fondamentali" ("Mazliet ilgāk"). Questo autunno è prevista la premiere del suo primo lungometraggio "Ciò che non si vede", in cui i ruoli principali aderiscono Caterina Spitz, Eugene Tkachuk, Andris Кейшс, corsa korfball arnis Лицитис.