Comuni le spese militari per l'anno ammontano a 700 miliardi di dollari, quasi il 15 per cento in più rispetto allo scorso anno.

Per l'adozione del documento votato 356 membri della camera dei rappresentanti, e il 70 contro. Ora un documento inviato per l'approvazione al Senato degli stati UNITI.

Osserva che la maggior parte del budget (oltre 634 miliardi di dollari) si prevede di impiegare per le operazioni di base del Pentagono, e il resto 66 miliardi destinati "per le operazioni militari in Afghanistan, Iraq e altri paesi".

Il documento contiene i requisiti di ministro della difesa e il segretario di stato degli stati UNITI di sviluppare una "collaborazione di una strategia globale per affrontare la maligna influenza della Russia", che è una minaccia della sicurezza nazionale e dei loro alleati.

Come esempi di una politica aggressiva della Russia sono "l'invasione della Georgia nel 2008 e in Ucraina nel 2014", "alto tasso di modernizzazione militare", ma anche "la crescita di attività militare nell'Artico e nel Mediterraneo".

Il progetto di bilancio degli stati UNITI prevede l'assegnazione di 58 milioni di dollari per lo sviluppo di un nuovo missile a medio raggio. Questo sviluppo è la risposta alla violazione di Russia del Trattato per l'eliminazione dei missili a medio e corto raggio (INF), seguita da un documento.

Inoltre, il progetto ha approvato la fornitura di armi letali all'Ucraina, che gli stati UNITI spendono 350 milioni di euro.

Nel mese di settembre il segretario di stato USA Rex Tillerson ha accusato la Russia di aver violato il contratto di INF. All'inizio di marzo, Washington ha detto che l'accordo è stato violato, quando la Russia ha schierato un missile balistico terra. Mosca ha smentito queste affermazioni. Il contratto di INF, firmato nel 1987, che vieta la Russia e gli stati UNITI sperimentare e implementare armi simili.