Dopo il modello di "Eliminare" l'attore Sergio Маковецкому chiamato одесситы e dicevano: "grazie, lei è così bella sta parlando. Dopo il film "Pop" familiare il padre ha sostenuto: non è un sacerdote, ma molto bello. Il ruolo Чикатило attore ha rifiutato di giocare, per la paura di farlo così convincente, che il pubblico si innamora della bestia...

Conversazione con Маковецким accaduto nel giorno di riga città la premiere dello spettacolo di sua madre al teatro. Vahtangova "Улыбнись noi, Signore" — da giocare-parabola Gregorio Кановича il percorso di anziani ebrei di Vilnius, dove il figlio di uno di loro (l'eroe Маковецкого) покушался a vita del governatore generale. L'attore francamente ammesso di pensare a qualsiasi altra cosa di lui ora è difficile, ma parlare di spettacolo — non è facile, ha paura di расплескаться.

- Regista dello spettacolo "Улыбнись noi, Signore!" Римас Туминас chiamato in posa con la sua risposta in un "mondo di caos, in cui tutti siamo solo in ostaggio in una sorta di politico e finanziario gioco"... hai la sensazione di un ostaggio, un pedone?

- No, un pedone io non sento. Ma mi è difficile capire quanto io stesso definisco il suo destino. Molto probabilmente, la mia vita sta andando a vecchio buon principio "l'uomo propone — il Signore offre". Sulla finanziaria e politiche giochi io di solito cerco di non pensare, e per di più di guardare dentro noi stessi.

Quando ho incontrato con il materiale di questo gioco, mi è subito piaciuto. Ma io non farei saltare alle conclusioni — ha aperto un'opera Кановича e cominciò a leggere. Il regista inizialmente offerto un altro ruolo — разорившегося droghiere Авнера Rosenthal (il suo ha giocato Viktor Sukhorukov), ma a me il romanzo è portato a casa un altro personaggio — Эфроим. Vuoi giocare il tacito uomo che per tutta la vita comunica con pietre al cimitero. Curiosa di sapere che tipo di suono che esce dalle viscere молчуна — ruggito, хрип, il sibilo? Per queste persone è curioso osservare. Essi tacciono, tacciono, ma quando iniziano a urlare, tutto il mondo è capovolto. L'uomo, che è associato con la morte, sicuramente sa molto sulla vita.

Сергей Маковецкий
Foto: Maris Morkans

- E qual è il tuo rapporto con la morte?

- Ti devo dire che sono in molti spettacoli teatrali e film moriva. Ad esempio, quando giocato principe Alexis, mi è stato soffocato, e nel film "Makarov" ho стрелялся... Per fortuna solo sul palco покойники si affacciano sul archi, e questo mi piace molto.

- Quanto facile è stata data a voi ebraica temi, il quale è già così magistrale immersi in "Liquidazione", dopo aver giocato Фиму-полужида? C'è nella tua circondato da gente che ha contribuito a comprendere unico, l'accento, l'umorismo, saggezza?

- Credetemi, non ho capito che cos'è ebrea temi! Naturalmente, orecchie di un attore aperti, e si assorbe in ogni luogo, a volte senza rendersene conto. Ma in questo spettacolo alcun надуманного ebraica colorito, no. E Римас) abbiamo subito è severamente in guardia da questo: "Compagni, non giochiamo ebrei!" Giochiamo persone. E nessuno che ha il sapore di un discorso non è andato bene. Anche a Odessa nessun scopo primario di colorito non мягонько. E una volta che inizia la colorazione, questo, mi dispiace, non un ebreo.

Naturalmente, quando tu hai a che fare con Israele, ti rendi conto che è un mondo diverso. Ho questo paese si chiama mostruosa rispetto la loro pazienza, il lavoro. Quando ti rendi conto che ogni alberello, bush e la lamierina di erba lì рукотворны, ad ogni porta treccia e sistema di irrigazione, e, pertanto, coltivati a intere colline, tu hai solo la sensazione di fatica, di sudore, di sangue versato per queste persone, quanti hanno vissuto...

Ma ripeto, io non sono un esperto di ebraico domanda, io gioco di una persona, non essere interessato, il quale ha la nazionalità. Per me è molto più importante ciò che accade nella sua mente e l'anima, e per un personaggio ha trovato risposta in me — personali sfumature, di dolore e di ricordi. Io è un buon artista, che è in grado di trasmettere un'immagine. Anche se, naturalmente, so che, giunti al cimitero, il mio Эфроим di mettere su una tomba di pietra, non fiori — proprio per il numero di pietre determinato dal numero di persone che venivano a visitare la tomba. Ricordisi di grande dipinto "la Lista di Schindler": sopravvissuti grazie a questa persona di persone che vengono alla sua tomba e mettono pietre — il fantastico finale.

Se ricordare il ruolo Фимы-полужида da "Eliminare", lei ha richiesto la giusta мелодику discorso, preciso odessa di conversazione, e non гэкать o шокать. Era bello quando dopo il debutto chiamato одесситы e dicevano: "grazie, è molto bello parla.

Сергей Маковецкий Поп
Foto: Kadrs no filmas

- Lei ha giocato sacerdote nel film Хотиненко "Pop", che in parte è stato girato a Riga. L'arciprete Giorgio Митрофанов, definendo questo il ruolo della recitazione fortuna, ha sottolineato che la moderna "attori è difficile entrare in un'immagine di un sacerdote, e questo dimostra quanto profondamente секуляризовано la nostra società — esperienza di comunione con i sacerdoti nella stragrande maggioranza di attori semplicemente manca"...

- Mi ha fatto piacere ascoltare una buona risposta da ortodossi батюшек su questo ruolo, a cui mi sono avvicinato molto delicatamente e con attenzione. Non è facile giocare un chierico, e la vera storia di una persona reale, che, si spera, ancora vivo. A proposito, il padre di Alessandro vive qui a due passi da Riga. Quando siamo in tre-quattro anni fa c'erano, allora piace a lui di venire, ma lui приболел — non è accaduto.

Ho capito che per tale ruolo è necessario molto di sapere, di sentire e basta anche essere in grado di. Pronunciare correttamente le parole, esattamente sposta, quindi, siamo con Nina Усатовой, che ha giocato una madre, incredibilmente delicatamente avvicinato ad ogni fotogramma e la parola. Il nostro consulente è stata una bella abate Cirillo — parroco della chiesa di Mosca. Siamo senza di lui il passaggio non fatto. Mi chiedevo: il padre, il coraggio se mio padre Alexander per così dire? Paura che passo a destra — sarà caricatura, passo a sinistra — sciroppo di melassa e di una tale dolcezza, che nessuno mi avrebbe creduto. Sembra ci è riuscito a trasmettere naturale. E mi sono rallegrato quando il familiare di padre dicevano: "non è un sacerdote, ma è molto bello!

- Cambiato se questo ruolo è qualcosa in мироощущении?

- Si sta cercando di guardare in profondità nel mio cuore, e io non voglio esporre il suo ostentare. Sì e spiegare il cambiamento con le parole — questo non è corretto. Ancora lasciare in me qualcosa di intatto e profondamente il suo.

Сергей Маковецкий
Foto: Kadrs no filmas

Fotogramma dal film di Tony Balabanovo "freaks e di persone", in cui Маковецкий convincente giocato порнографа Johann.

- In base a quale principio si accetta o non accetta il ruolo? Perché siete venuti a giocare il ruolo dei bambini порнографа di Johann dal film Balabanovo "freaks e uomini", e di una proposta di te stesso ruolo Чикатило — no?

- Perché la fantasia è molto più profondo di conoscenza. Sono io stesso stabilito, e poi ancora sentito, che così ha detto Einstein. Beh, a che serve sapere che due più due fa quattro? Quando non sai personaggio e фантазируешь su di esso, è molto molto di scoprire in sé. E quando sai di un individuo e sai che specificamente lui ha creato in questa vita, perché il suo gioco e per che cosa fare? Questo è costretti a rivivere la sua vita e giustificare per te! Se non ho nulla da sentire, e il pubblico è nulla non si capisce e non si sente, non amava il mio personaggio.

- E non si può giocare per odiare?

- Naturalmente! Non succede niente, se si gioca un personaggio, internamente disprezzando il suo. Sarà solo un cattivo ragazzo o una ragazza sul palco o sullo schermo, che(sospesa) a qualcuno è arrabbiato. Per giocare il personaggio, è necessario un modo per loro di diventare, in cui è la complessità! Ma come si può giustificare una sorta di cose, che non trovano scuse? E perché giocare mostro, che per?..

- Per dare vita a lui омерзение!

- E se sarete così convincente che il pubblico lo amerà? E dio non voglia, vengono visualizzati i seguaci. Ci sono personaggi storici, di cui, più sai, meno la volontà di giocare. La conoscenza si ferma, e la fantasia si muove in avanti. Ad esempio, non riuscivo a capire di Johann, ha parlato Леше Балабанову. Egli rispose: si sposta gradualmente da un fotogramma all'altro. Come si guarda, come si è detto, quali una pausa fa, di più, di più... E poi in me, comincia a nascere la fantasia: è lui il fizzled, male sente o consapevolmente attribuisce a sé il peso?

- Si sente responsabile per i suoi personaggi? Per quello che portano le persone, non provocano se l'aggressione?

- In una riflessione su questo argomento io ogni volta che ricordo di "Salò, o le 120 giorni di Sodoma" di Pasolini — è molto terribile, la pittura. C'è una scena che è impossibile guardare. Il regista ha fatto consapevolmente, per mostrare l'orrore del fascismo. Alex e Балабанов è anche capace di farlo — con un sacco di immagini e associazioni: ha girato un rigido modello ma non assaporato la crudeltà, è molto preciso che ha definito e ha indicato i punti di dolore, ma non теребил ferita, non засовывал in esso le dita сладострастием un sadico. Egli ha sentito il tratto, per la quale non è possibile passare. Pertanto, tutti i suoi dipinti è difficile, ma non crudele.

Сергей Маковецкий
Foto: Kadrs no filmas

- Lei ha giocato il ruolo principale nel film "il Ducato" e famoso regista olandese Йоса Стеллинга. Egli chiamò il soggetto del dipinto scontro europeo рацио e dell'anima russa, ha detto: "Bob, come ogni голландцу, sembra che lui sa come si deve. Ma in realtà non sa niente, ossessionato complessi e tipi di fobie..." Sembra, è abbastanza preciso trasmette i rapporti della Russia e dell'Europa, anche se il film e stato girato, quando visibili, il problema non è stato.

- Sono molto felice che ci siamo incontrati con Йосом e fatto due dipinti, "Anatroccolo", e poi "la Ragazza e la morte". Ci incredibilmente bene insieme funzionato, anche di frasi speciale non doveva siamo vicenda sentire. E fa alcuna differenza, né di lingua, né in менталитетах. In modo che il tema delle differenze in Europa e in Russia non ho chiesto — non c'era un motivo, perché mi sentivo perfettamente a suo agio. Ho inserito nel telaio e subito è diventato proseguire così nella giusta direzione, che Jos ha smesso di me di correggere.

*