Il caso è stato considerato sulla base di una querela Панкратов — il padre del bambino, che era il lettone autorità di registrare il suo ragazzo sotto il nome e il cognome "Miron Antonov", ma anche di recuperare dell'ufficio di stato civile un risarcimento in denaro.

Lettone lato insiste sul fatto che la scrittura нелатышских nomi propri in Lettonia è effettuata in conformità con le norme di lingua lettone. In questo modo, il bambino sarebbe possibile registrare con nome e cognome "Mirons Antonovs". Tuttavia, tale soluzione non sono assolutamente soddisfatto dei suoi genitori. In precedenza è stato riferito che la famiglia del ragazzo indignati, che il suono di un nome che termina con "con" ("Mirons") ricorda lati parola "mironis" ("defunto").

Come riferito da Delfi Панкратов, la decisione della corte Europea per i diritti umani in modo permanente e non può essere messa in discussione né in tribunale, tra cui una Grande Camera, né in qualsiasi altro organo giudiziario. Il segretariato della corte non è in grado di fornire ulteriori informazioni su citata decisione di continuare la corrispondenza di questa denuncia.