Il dibattito sui rapporti tra la Turchia e l'UE si sono svolte nel Parlamento europeo giovedì 28 aprile. I deputati si sono dispersi per le stime di recente transazione spostamento di rifugiati. Parte dei politici ha preso la sua "arte necessaria", sottolineando che i paesi UE non in grado di assumersi la responsabilità della decisione di migrazione di crisi. Un'altra parte dei deputati раскритиковала UE per il tentativo di "comprare servizi esterni" per risolvere i loro problemi, il sacrificio di principi di libertà di parola e dei diritti umani, che sono regolarmente violati in Turchia.

Alla fine, il parlamento europeo ha concordato di sollecitare l'UE frenare la liberalizzazione del visto, mentre Ankara non rispetta i suoi obblighi per migliorare le relazioni con Cipro e per l'introduzione dei passaporti biometrici.

Come riportato, nel mese di marzo l'UE e la Turchia hanno firmato un accordo in cui la Turchia deve ritiro di rifugiati provenienti attraverso di lei, in Grecia. In cambio le autorità turche vogliono ottenere l'abolizione dei visti per i cittadini, ma anche di intensificare i negoziati di adesione alla UE.

Si prevede che la relazione della Commissione europea sui risultati della nuova turco-евросоюзного contratto verrà pubblicato a settimana.