Quando, nel marzo 1953 a Mosca, sepolto di Giuseppe Stalin, addio a lui è venuto circa 2 milioni di persone. Nella prodotte folla di morti, secondo diverse fonti, da poche centinaia a diverse migliaia. Informazioni sul numero di vittime ancora segretissimo.

La nonna di mia moglie in quel momento aveva 14 anni. Anche lei è andata con due amiche per il funerale, e alla fine loro miracolosamente riuscito a fuggire dalla pazza folla – i soldati, сдерживавшие le masse popolari, ha permesso di ragazze discretamente scivolare giù linfatico. Ora si ricorda di questo episodio come un secondo compleanno: la prospettiva di essere похороненной in concomitanza con "il principe dei popoli" è stato tutto reale.

Secondo i suoi racconti, il funerale di Stalin, solo pochi erano in viaggio dalla curiosità, in assoluto, la maggior parte di esso è davvero боготворило. E anche le persone che hanno superato il GULAG, piangevano amaramente, vedendo l'ultimo viaggio del suo torturatore.

È andato un uomo che ha deciso di tutti e per ciascuno. Ha creato verticale del potere e oppressiva macchina uccisi in senso letterale e figurato di qualsiasi personalità, trasformando le persone in massa gestita. Il paradosso è che a molti è piaciuto, perché era chiaro in quale direzione muoversi e a chi adorare.

Poeta e traduttore di Roald Добровенский, nell'infanzia, un paio di volte che ha parlato prima di Stalin nella composizione del coro dei bambini in un Grande teatro. "Per noi era una divinità", ricorda. Anche un piccolo aumento e обезображенное оспинами persona del capo non poteva rovinare questo potente impressione.

Solo dopo un decennio, il poeta è riuscito a liberarsi di questo "programmata" in rapporto a Stalin, cambiando l'immagine della sua percezione da positiva a negativa. Ma per molti "кремлевский highlander" è rimasto un uomo, che ha l'ordine nel paese.

Dopo il crollo dell'unione SOVIETICA sensazione di libertà, è diventato per molti un vero e proprio shock. Il sistema, che prima ha identificato come sono a vivere tu, i tuoi figli, nipoti, pronipoti, è crollato, ma la nuova realtà si è rivelata molto dura: in un mondo libero, era necessario per sopravvivere da soli. E insieme con la libertà è venuto un senso di solitudine e di disagio. Anche dopo 25 anni siamo ancora solo imparando a essa da smaltire. Si tratta di un processo complesso – la strada con una massa di pericolose tentazioni.

In una conversazione con i giornalisti stranieri non ho più volte detto che è orgoglioso di mancanza in Lettonia gravi problemi con la libertà di parola. Dieci anni fa, è stato davvero così. Ma negli ultimi anni ho sempre più spesso, comincio a dubitare di questo.

Dopo il referendum sullo status della lingua russa – il governo ha deciso di inasprire la legislazione. Il referendum è stato condotto in conformità con la Costituzione, la gente ha fatto la sua scelta, ma i deputati immediatamente deciso di avvitare il dado. Ora un simile referendum in Lettonia è improbabile che diventi disponibile. E questo ha preso la società, poiché la maggior parte della popolazione del paese è stata infelice di svolgimento di un'attività simile.

Stupida è uno scherzo di adesione della Lettonia all'Russia si voltò per il suo autore sentenza in forma di sei mesi di reclusione. E molti volentieri abbracciato a questa decisione, perché non gli piacciono le opinioni politiche di un condannato a morte.

Oggi i servizi segreti incitano un emendamento alla legge Penale, che prevedono la sanzione del carcere per una critica del sistema politico e dirigenti di ge cioè volendo anche pubblicato su internet l'opinione che госчиновник tale si comporta in modo sbagliato, può essere paragonato ad un tentativo di rovesciamento del sistema politico