L'elenco comprende come i cittadini dell'unione Europea (UE) e i cittadini della federazione Russa.

Nomi specifici, il ministro non ha nome, ma solo specificato che alcuni individui inseriti in una "lista nera" in un periodo di tempo prolungato, l'altro vietato l'ingresso in Lettonia solo per motivi di sicurezza, nell'ambito delle manifestazioni Giorno dei legionari (16 marzo).

"In questo modo cerchiamo di proteggere i nostri residenti e lo stato generale da parte di una provocazione in questo giorno", ha spiegato Козловскис, aggiungendo che la "lista nera", redatto sulla base delle indicazioni della Polizia di sicurezza.

"Il numero esatto non ne citerò, ma la loro poche decine di", — ha spiegato il ministro.

Secondo lui, il personale del sistema affari interni funzionano in modalità avanzata, così come non si può escludere la provocazione sul campo.