Ai partecipanti della marcia hanno aderito alcuni dei più famosi e ben pagati matadores modernità, tra cui Enrique Ponce e Julian Lopez Escobar, soprannominato El Huli e José Antonio Morante Camacho, più conosciuta come la Morante de la Puebla.

I dimostranti portavano striscioni, che proclamarono корриду elemento fondamentale del patrimonio culturale e di identità.

Morante de la puebla nel suo discorso, ha sottolineato che il torero sono oggetto di discriminazione da parte dei politici. Ponce si alzò in piedi per корриду, sottolineando che ha per secoli è stata una parte integrante della cultura spagnola, nonostante il fatto che qualcuno si rifiuta di ammetterlo. Ha chiesto, per un torero trattati con non meno di rispetto, rispetto verso le persone che svolgono altre professioni creative.

Contemporaneamente ha ospitato una manifestazione di protesta contro la corrida in esso hanno partecipato circa 20 полураздетых persone che облились di vernice rossa, per esprimere simbolicamente la sofferenza degli animali. Hanno chiesto di vietare le corride.

Polemica sulla корриде non si placa in Spagna già da molti anni. Nel 2010 corride sono stati vietati in Catalogna — con 2012, sul territorio di questa regione autonoma della corrida non viene eseguita.

Le autorità locali in alcune parti del paese, in particolare quelli in cui al potere ci sono i rappresentanti dei partiti liberale, inoltre, stanno cercando di vietare le corride.