In realtà questa misura inizierà a essere applicato dopo l'unione europea, verrà annullato il visto per i cittadini turchi. Si prevede che le relative procedure inizieranno il 4 maggio, quando la Commissione europea prenderà in considerazione un report per la Turchia 72 criteri per il regime senza visti.

Tra gli altri sono stati aboliti i visti e per l'ingresso nella UE di Cipro. Quando Ankara ha sottolineato che questo passaggio non significa formale riconoscimento della Repubblica di Cipro, trasmette Slon.ru.

Complesse relazioni della Turchia con Cipro (Turchia è l'unico paese al mondo, che riconosceva l'indipendenza abitato dai turchi di Cipro del Nord) sono uno dei principali ostacoli nei processi di integrazione della Turchia e dell'unione europea. In precedenza, l'autorità di Cipro hanno ripetutamente dichiarato che continueranno a bloccare tutti i tentativi di Ankara, di entrare nell'unione europea.

La fornitura di cittadini turchi diritti di esenzione dal visto per l'ingresso in Europa è parte di un detenuto nel mese di marzo un accordo per i rifugiati. Secondo lui, Ankara si porti via tutti i clandestini che sono arrivati in Grecia attraverso il suo territorio, invece di inviare in Europa legali di rifugiati. Oltre a questo, la Turchia riceverà dall'UE 3 miliardi di euro.

I leader dell'UE ritengono che la convenuta schema permetterà di rompere il modello di business dei vettori di migranti che si occupano di pericolosa trasporto di persone attraverso il mar Egeo, così come i rifugiati potranno presentare la legittima richiesta di asilo da tutta la Turchia. In questo modo si conta di ridurre la quantità di flusso migratorio verso l'Europa attraverso la Turchia e il mar Egeo in Grecia.

In precedenza il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha detto che Ankara si rifiuta di adempiere agli obblighi di contratto clandestini migranti con l'UE, se Bruxelles non manterrà la sua promessa e non introdurrà per i cittadini turchi di regime senza visti.

Secondo lui, la Turchia eseguirà tutti posati i requisiti entro il mese di maggio e nel mese di giugno si aspetta di ottenere l'abolizione del regime dei visti. "Se questo non accade, ovviamente, può non contare, che continueremo a svolgere la loro parte dell'accordo", ha aggiunto.

Nel frattempo, il parlamento europeo ha invitato l'Ue non introdurre il regime senza visti per i cittadini turchi, mentre Ankara non eseguirà tutti i politici e burocratici promesse, secondo il servizio stampa del Parlamento europeo.

I deputati si sono dispersi per le stime di recente transazione spostamento di rifugiati. Parte dei politici ha preso la sua "arte necessaria", sottolineando che i paesi UE non in grado di assumersi la responsabilità della decisione di migrazione di crisi. Un'altra parte dei deputati раскритиковала UE per il tentativo di "comprare servizi esterni" per risolvere i loro problemi, il sacrificio di principi di libertà di parola e dei diritti umani, che sono regolarmente violati in Turchia.