Come dichiara l'autore dell'articolo, declassificati dal dipartimento di stato i documenti a testimonianza che l'intelligence americana ha finanziato il processo di creazione dell'UE e ha cercato di coinvolgere nel progetto la gran Bretagna. Così, in un documento del 26 luglio 1950, firmato dal generale STATUNITENSE William Donovan, возглавлявшим allora un analogo della CIA, parla di una campagna di promozione del Parlamento europeo.

In divulgati documenti ci sono anche le informazioni che la CIA ha impedito fondatori dell'UE a cercare fonti alternative di finanziamento, per loro non è riuscito a ridurre la dipendenza dagli stati UNITI.

Le relazioni tra stati UNITI e UE difficilmente può essere definito tutt'altro che pacifici, scrive l'autore dell'articolo The Telegraph. Tuttavia, a suo parere, attualmente, pieno di minacce esterne, gli europei devono sostenere la conservazione dell'unità.