Il ministro degli interni, della Slovacchia, Robert Калинак ha detto che l'idea della Commissione europea è "un salto nel passato". Il capo del MINISTERO degli interni Polacco Mariusz Блащак ha sottolineato che, in una frase CE nessuna logica, e si viola il diritto degli stati membri. Il capo del ministero degli affari esteri ungherese Peter Сиярто ha riferito che la nomina di multa per il rifiuto di accettare i rifugiati è шантажом.

"L'idea delle quote di stallo, e chiedo alla commissione di più di non seguire questa тупиковому strada", cita la dichiarazione Сиярто agenzia Reuters.
Il ministro degli interni, Estonia Hanno Певкур anche scettico apprezzato l'idea di Bruxelles inserire solidale tassa di soggiorno pari a 250 migliaia di euro per ogni непринятого di rifugiato. Певкур ha ricordato che per la promozione di domanda, è necessario il consenso di tutti i paesi dell'UE, e questo può richiedere molto tempo.

Critica la dichiarazione di indirizzo per la CE ha e il presidente della Lituania Dalia Grybauskaite.

"Offerti dalla commissione europea misure coercitive non promuovono unità dell'UE e la risoluzione di migrazione di crisi. Il meccanismo di distribuzione automatica di rifugiati diventerà un invito aperto per i migranti di arrivare in Europa senza limiti. Questo non aiuterà a proteggere i confini esterni dell'UE", - cita le parole del presidente It.Delfi.lt.