Secondo l'edizione, con questo appello si sono esibiti in Germania, Francia, Austria, Belgio, Danimarca e Svezia. Hanno inviato una lettera al primo vice-presidente della Commissione europea, Francesco Тиммермансу e еврокомиссару per gli affari interni e la migrazione Димитрису Аврамопулосу per il controllo da metà maggio poteva essere prorogato di almeno altri sei mesi. Paesi chiedono di avviare il necessario per questo meccanismo, previsto Шенгенским codice in materia di confini, trasmette DW.

Bruxelles a metà della prossima settimana autorizzi il rinnovo di controlli alle frontiere interne, così come i confini esterni dell'UE non è ancora insufficiente riservati, ha dichiarato a questo proposito, fonti di Die Welt della Commissione europea.

L'estensione di questa misura è necessaria per controllare meglio i flussi di migranti, ha detto la pubblicazione di l'origine nei circoli governativi della Germania. Con questo in precedenza, il ministro degli interni del paese Thomas de Mézières ha espresso la speranza che il controllo può essere superfluo: "Se il numero di arrivi di migranti rimarrà così basso, non abbiamo intenzione di rinnovare il controllo delle frontiere dopo il 12 maggio".

Alla fine di gennaio del 2016 appreso che i paesi dell'unione Europea hanno chiesto alla Commissione di preparare una base giuridica per il rinnovo delle frontiere all'interno dell'area Schengen. Secondo la normativa vigente, i paesi dell'area Schengen possono introdurre controlli alle frontiere per un massimo di sei mesi. Ma Шенгенский codice in materia di confini, prevede in casi di emergenza il rinnovo di controlli per tale periodo, in cui la loro durata totale sarà di raggiungere il più grande di due anni.