• La russia spenderà circa 850 milioni di euro per il ripristino delle infrastrutture Siria

  • Le due parti hanno firmato una serie di accordi per una garanzia a 850 milioni di euro


    La russia ha firmato una serie di accordi con la siria il governo sulla ricostruzione delle infrastrutture dei paesi arabi, segnala RIA novosti.

    "La parte russa ha risposto all'idea di ricostruzione di infrastrutture, e che è stato firmato da una moltitudine di offerte di la russa parte, tra di loro un accordo per un importo di 600 milioni di euro euro e 250 milioni di euro", ha dichiarato il primo ministro della Siria Ваиль al-Халики.

    Siria funzionario ha detto che nel paese più della metà delle centrali elettriche non funzionano.

    "Tuttavia, nonostante quello che ha subito la Siria, è riuscita a mantenere l'infrastruttura. È rimasta una rete che collega il nord — da Камышлы — e sud — fino a Дераа. Elettricità finora è servita. Tuttavia, la produzione di energia elettrica si basa su carburanti, petrolio ha subito anche una maggiore libertà rispetto al settore di energia elettrica", ha detto al-Халики.

    Secondo lui, per la produzione di energia elettrica, in Siria, è necessario di 35 mila tonnellate di petrolio al giorno.

    "Oggi abbiamo перегоняем questi volumi per utilizzare i loro 24 ore al giorno per tutto il mese di questo processo non è interrotto", — ha aggiunto il premier siria.

    In precedenza, il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha detto che l'operazione in Siria ha curato la Russia a 33 miliardi di rubli dal bilancio Difesa di svolgimento degli insegnamenti e боеподготовку.

    http://www.segodnya.ua

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus