"Ci aspettiamo che... abbiamo presto dovrebbe avvenire la consultazione con il lettone colleghi di forniture di soccorso-правочеловеческой la problematica. Lo sollevare, naturalmente, questo argomento, come per molte altre questioni connesse con la massa si preoccupa di negare dei diritti dei russofoni residenti, molti dei quali - "non-cittadini" in questo paese è ancora", ha sottolineato.

Secondo Bianchi, tali azioni non sono solo una vergogna per la Lettonia, ma anche per tutta l'unione Europea, perché i cortei e marce contraddicono a seguito del processo di Norimberga.

"Queste marce - assolutamente vergognosa la cosa. Questo spot non solo in Lettonia, è una macchia sul UE, francamente. Perché siamo di nuovo a parlare di ciò che non è stato annullato la decisione del tribunale di Norimberga, e noi in cambio dicono che... questo sta la libertà di espressione", - ha detto il commissario della russia.

Che è successo a Riga 16 marzo - dettagli in materiale di Delfi.