In questo giorno tutti chiede di perdonarlo per ferite di risentimento, anche se essi sono stati causati accidentalmente.

Secondo la lettura del Vangelo, i cristiani hanno la pia consuetudine di chiedere in questo giorno gli uni dagli altri il perdono dei peccati, slave e sconosciuti di rancore. Dopo il servizio serale eseguita nei templi uno speciale rito del perdono, quando il clero e i fedeli chiedono reciprocamente gli uni dagli altri il perdono, per entrare in quaresima con la coscienza pulita, примирившись con tutti i vicini.

Domenica, un rito di perdono si svolgerà secondo la tradizione, nella Cattedrale della Natività di Cristo (via Vecchia 23) Общеградской servizio alle 17.00. Questo è e sarà il primo servizio di Quaresima.

La tradizione di chiedere perdono l'ultima domenica prima della Quaresima risale all'antico egitto ai monaci. La loro vita è stata una materia complessa, e partente per tutti i 40 giorni di digiuno nel deserto, nessuno di loro era sicuro che tornerà indietro. Dire addio a vicenda, come prima di morire, essi chiedevano perdono il giorno prima.

Un'antica tradizione prima della quaresima il perdono reciproco comportava prima richiesta di perdono, e non ottenere il suo, e non la riconciliazione. Naturalmente, questa richiesta совмещала e pentimento, e la cosa importante era non basta chiedere alla persona di perdono, di venire a patti con lui nell'anima. Anche se questa persona è molto sgradevole, anche se questo è un uomo che augura il male, anche se questo è un uomo, che è pronto per voi di manipolare, di ridere... È bisogno di te!

Chiedere perdono e all'interno di riconciliarsi è più bisogno di un uomo, questo è un esercizio spirituale, e l'inizio di великопостного procedura di conciliazione.

In questo giorno, l'ultima usata скоромная il cibo.

Ha senso chiedere perdono dei social network?

Diversi sacerdoti si riferiscono a questo in modo diverso. Ecco il parere di uno di loro, Igor Перекупа.

"Alla vigilia di Quaresima facebook e altre piattaforme di comunicazione che fioriscono personalmente negli orecchi e convertiti in un libero onda la pratica rituale richieste-risposte sul perdono. Da un lato è: "world wide web" riempie bene, beh, scherzi a parte, questo è un bene, quando le persone chiedono perdono a vicenda. Personalmente mi piace, ma capisco molto bene chi abbondanza, importanti tanto "mi Scusi, fratelli e sorelle!" irritante.

E non si tratta di ciò che la circolazione a tutte le richieste di perdono — prive di senso, безответственны, frivoli e formale. Non è così. L'uomo è si rende conto che poteva sempre dire, non è così formulare un pensiero o nella foga del momento съязвить, colpendo in tal modo non solo un interlocutore (di interlocutori, egli, probabilmente, nessuno avrebbe esitato, perché un amico di un amico hanno capito correttamente, comunicando in una sola chiave), ma qualcuno dei lettori di temi o osservazioni involontariamente rattristato. Rendendosi conto di questo, si rivolge per chiedere perdono. La questione è che, se davvero il suo rimorso e il pentimento, o è la sua immagine virtuale si pente e chiede perdono. E questo non è solo un problema di comunicazione sui social network. Dopo tutto, la solita password-recensione "mi dispiace-Dio mi perdoni", altre volte troppo pronunciato senza alcuna pretesa сакраментальность e senza il minimo senso di responsabilità. Così ne vale la pena? A quanto pare ogni ancora decide per se questa domanda me stesso, in conformità con la propria comprensione del mondo e delle sue leggi.