"Ho preso una decisione, che ветирую legge, che oggi è entrato in parlamento, e presentando il disegno di legge, a nome del presidente, che definisco come urgente, e chiedo al parlamento di prendere in considerazione il martedì", — ha detto Poroshenko (citazione TASS).

I principali cambiamenti della nuova versione della legge sono due: in primo luogo, tutti i funzionari sono tenuti a presentare elettronici dichiarazione già nel corso di questo anno, e in secondo luogo, per violazioni dichiarando il grado di affrontare la responsabilità penale.

Tanta fretta presidente ucraino è dovuto al fatto che già il 17 marzo, ha programmato un incontro a Bruxelles, dove si discuterà la fornitura di Ucraina, di un regime senza visti.

Si noti che l'obbligo di Kiev contro la corruzione sono condizioni importanti in termini di preparazione a una tolleranza di ucraini nel paese della UE. Le autorità ucraine si sono impegnati a regolare il lavoro anti-corruzione organi di garantire l'indipendenza del pubblico ministero, modificare il quadro giuridico in materia di gestione конфискованными attività, e di fornire nel bilancio bisogno di soldi per tutto quanto sopra funzionato bene.

Prima che il Consiglio dell'unione europea porterà la questione del regime senza visti per l'Ucraina per la discussione, la Commissione deve assicurarsi che Kiev esegue tutti stabiliti i criteri.

Ricordiamo, 2 marzo si è appreso che l'unione europea ha deciso di rinviare la decisione sull'abolizione dei visti per gli ucraini a causa della posizione dei paesi bassi, il governo ritiene che, visto che la questione deve essere considerato solo dopo lo svolgimento del paese di un referendum per la ratifica dell'Accordo di associazione tra l'Ucraina e l'UE. Questo referendum è prevista per il 6 aprile del 2016.

Il giorno seguente, il capo della Commissione europea, Jean-Claude Juncker ha detto che fino al 2036, Ucraina, "senza dubbio, non sarà in grado di" entrare nella NATO e nell'UE. Egli ha spiegato che l'unione europea è necessaria "una lunga pausa, prima di assumere nuovi stati membri". Allo stesso tempo, questo non si riferisce ai paesi dei Balcani, con i quali l'UE ha già trattative di appartenenza.