"Tutte le parti devono fare un certo sforzo (l'esecuzione di punti di contratti). Le sanzioni possono e devono essere rimosse solo quando Russia in pieno adempirà i suoi obblighi nel quadro минских accordi", ha detto Obama.

La stessa Merkel eluse dalla diretta le dichiarazioni di sanzioni contro la Russia, ma ha detto che e GERMANIA, e stati UNITI d'america ", attribuiscono un valore molto elevato", per accordo di risoluzione del conflitto militare in Ucraina, sono stati eseguiti "il più presto possibile".

Questo è possibile solo con l'aiuto di negoziazione come con l'Ucraina, e dalla parte russa. Fino a quando, secondo lei, "purtroppo", nella parte orientale dell'Ucraina non c'è "stabile tregua", riferisce Deutsche Welle.

In precedenza, il segretario di stato USA John Kerry dichiarato che gli stati UNITI sono pronti a revocare le sanzioni con la Russia, con il pieno svolgimento минских accordi.

A sua volta, il governo della federazione RUSSA Serghej Lavrov ha detto che Mosca e Washington concordano sul fatto che минским accordi, non ci sono alternative nel contesto ucraino insediamento.

Lavrov calcola che nella crisi ucraina, la Russia e gli stati UNITI continueranno a esercitare la dovuta pressione sul lato di questo conflitto per l'esecuzione di минских di contratti: in particolare, gli stati UNITI saranno influenzare Kiev.

Il ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Italia Paolo Джентилони favorita per la rimozione delle sanzioni con la Russia. Il vice cancelliere tedesco Sigmar Gabriel troppo esprime la speranza che la sanzione sarà possibile rimuovere almeno in parte.

Quando i ministri degli esteri dei paesi membri "big seven" ha confermato che la rimozione delle sanzioni legato all'esecuzione di elementi минских accordi.

La russia è sotto sanzioni economiche un certo numero di paesi, compresi gli stati membri dell'unione Europea, stati UNITI, Giappone, Australia e Canada. Limitazioni toccato bancario, di petrolio e di difesa di settori. Sanzioni internazionali sono stati introdotti per l'adesione della Crimea alla Russia e il conflitto nella parte orientale dell'Ucraina.

L'attuale periodo di sanzioni scade alla fine di luglio del 2016. Si prevede che la loro azione sarà esteso.