Il ministro ritiene che non vale la pena di nutrire illusioni sul fatto che l'integrazione dei rifugiati accadere molto rapidamente, in quanto parte di queste persone è arrivato di completamente diverso contesto culturale. Inoltre si è osservato che l'integrazione è un processo bidirezionale, pertanto, di integrare la motivazione è essenziale. Se l'uomo è arrivato in Lettonia in transito, è solo formalmente si esibirà affidato a lui il dovere, in attesa, quando sarà in grado di lasciare il paese, ha sottolineato il ministro.

Мелбарде notato che una parte dei rifugiati ha ancora voglia di rimanere in Lettonia e con grande entusiasmo assimila corsi di integrazione.

In generale, la Lettonia si è impegnata per due anni spostare 531 del rifugiato, soprattutto attualmente in Grecia e in Italia. I primi profughi arrivati nel paese nel mese di febbraio e, in generale, attualmente in Lettonia sono già 23 persone.