"Si tratta esclusivamente di un cambiamento importante, — ha trasmesso la BNS e il Ministero della difesa le parole di los angeles. — I nostri alleati hanno capito che la NATO nella nostra regione salvaguarda non solo l'Estonia o i paesi Baltici, ma la sicurezza totale della NATO. Tutti devono capire che la NATO protegge i bordi dove ci sono sfide nel campo della sicurezza, e ora sono presenti nella nostra regione. Pertanto, l'invio a noi ulteriori unità alleati è del tutto ragionevole e accolto. Abbiamo messo un sacco di sforzo per il bene di questo obiettivo".

"La presenza di alleati ci darà un ulteriore senso di sicurezza. L'estonia ha gravi di auto-обороноспособностью, che abbiamo volutamente e sistematicamente sviluppando — ha spiegato ancora stato chiarito. — Abbiamo raggiunto un consenso politico spendere pubblica difesa non inferiore al 2 per cento del PIL, che parlare di coscienza di tutti i politici del settore la necessità di sviluppo militare, lo stato di difesa. Perché abbiamo bisogno nel contributo degli alleati a garantire la loro sicurezza, connessi con la presenza degli alleati costi copriamo oltre al 2 per cento. Dobbiamo essere bravi i padroni di casa che prevedono di arrivare unità di decente e competenze".

"Notizie di attualità, anche se fanno piacere, eppure sono provvisorie. Decisione ufficiale sull'inserimento di ulteriori unità di alleati nella nostra regione abbiamo condiviso formuliamo alla riunione dei ministri della difesa della NATO nel mese di giugno e immaginiamo le loro decisioni al vertice di Varsavia. Fino a ° tempo avrà bisogno di fare un sacco di lavoro", ha aggiunto ancora stato chiarito.