Lavrov ha dichiarato che, secondo lui, i turchi già "окапываются" a poche centinaia di metri dal confine all'interno della Siria. Egli ha descritto le azioni di Ankara come "ползучую espansione", "Interfax". In Difesa della federazione RUSSA nel mese di febbraio sospettato Turchia in preparazione per le operazioni di terra in Siria. Anche da ribelli curdi si sono comportati i dettagli circa la presunta hanno invaso il territorio della Siria singoli militari colonne. Turchia questi dati опровергала.

Indiretti межсирийские negoziati a Ginevra iniziano il lunedì. Domenica i rappresentanti dell'opposizione hanno confermato che in questo giorno si incontreranno con спецпосланником delle nazioni unite Стаффаном de Мистурой, che dovrebbe essere il principale mediatore tra le parti in conflitto. Si presume che i temi principali di discussione sarà la formazione di un nuovo governo e la costituzione e lo svolgimento delle elezioni.

Gran parte dell'intervista di Lavrov è dedicato appelli più presto possibile collegare ai negoziati di Ginevra curdi: la Russia e su questo sono forti pressioni, ha detto. "Noi crediamo che il processo, che inizia a Ginevra, deve necessariamente includere i curdi, se tutti, noi intendiamo quello che diciamo, quando dichiariamo di impegno per la sovranità, l'integrità territoriale della Siria", — cita il ministro "Interfax".

Lavrov ha sottolineato che, se si escludono i curdi dei negoziati sul futuro della Siria, la questione si pone, desiderano far parte di questo stato. "Si, poi semplicemente "махнут mano" alla comunità internazionale e a tutti i regimi, ha continuato. Per questo motivo, si, occupando la stessa posizione, come in altri paesi, tranne la Turchia, sarà a livello di codice di insistere per l'ONU "прогибалась" prima di ультиматумами e ha invitato i curdi fin dall'inizio del processo di negoziazione al tavolo delle trattative".

Il fatto quotidiano ricorda che спецпосланник segretario generale dell'ONU sulla Siria Стаффан de Mistura ha riferito il sabato in un'intervista al canale televisivo Al-Jazeera, che il metodo di connessione siriani curdi a межсирийским negoziati di pace a Ginevra è stato trovato. "I curdi siriani è siriani. E proprio per questo hanno bisogno di essere parte del dibattito sul futuro della Siria, esattamente come i cristiani, come i sunniti... come алавиты, e gli sciiti, tutti hanno bisogno di essere lì", ha detto.

La principale forza di forza di contrastare attivare curdi nella trattativa, agisce Turchia. Lavrov in un'intervista ha riferito che gli stati UNITI fino a quando non riesce a influenzare questo: "Ora gli americani si sentono su se stessi, che non possono risolvere da solo i problemi gravi, anche se non possono influenzare i paesi che sono loro давнишними alleati, come, ad esempio, la Turchia, che ignora le loro esigenze per quanto riguarda la stessa siria regolamento".

Secondo il ministro, la Russia ha più volte attirato l'attenzione degli americani al fatto che la mancanza di curdi nei negoziati con Damasco su accordi esistenti sulla Siria: "Ma loro (i rappresentanti degli stati UNITI) come qualcosa di imbarazzo considerano gli occhi e dicono che con noi d'accordo, ma è necessario un certo tempo per qualcuno e in qualche modo lenire".

A Parigi domenica ha superato la rappresentativa incontro capitoli MEAD paesi d'Europa e del segretario di stato USA John Kerry. La siria è diventata il tema principale.

La Siria deve alla pari con tutti di rispettare i termini degli accordi di cessate il fuoco e di rispettare il processo di pace, senza tregua per la resistenza, ha detto Kerry al termine dei negoziati. Egli ha esortato a "collaborare nella fornitura di assistenza umanitaria e di rispettare il processo di negoziazione, finalizzato al raggiungimento di una soluzione politica".

Ospite della riunione, il governo di Francia Jean-Marc Eyraud, il suo follow-up ha anche sottolineato che, in buona fede l'osservanza del regime del cessate il fuoco in Siria è il principale successo di межсирийских negoziati per la risoluzione pacifica.

Parlando di женевских trattative, Eyraud ha ammesso che il dibattito sarà complessi. "Essi devono determinare l'inizio di una vera transizione di un processo politico", ha indicato il ministro.

All'incontro hanno partecipato i внешнеполитических amministrazioni di stati UNITI, Francia, regno Unito, GERMANIA, Italia e alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri, Federica Могерини. Oltre alla Siria, i ministri hanno discusso la situazione in Yemen, Libia e Ucraina.