"Qual è l'accordo tra il governo siriano e l'intera gamma di opposizione sul futuro dispositivo della Siria, tale accordo si e coperto. Deriva direttamente dalle soluzioni МГПС (gruppo Internazionale di sostegno Siria)", — ha detto il ministro.

Secondo lui, di qualsiasi forma, "per quanto possa chiamava — devoluzione, il decentramento, stato unitario — deve essere oggetto di un consenso di tutti i siriani".

Lavrov ha sottolineato che la Russia non è mai навязывала Siria loro punto di vista sul suo futuro governo. "Non abbiamo mai cercato di risolvere qualcosa per la siria il popolo", ha sottolineato il capo del ministero degli esteri russo. Informa Il fatto quotidiano.

Capitolo ministero degli esteri russo Sergei Lavrov ha sottolineato che la tregua in Siria è rispettato, ma continua la lotta contro le organizzazioni criminali, trasmette RIA "Notizie".

"Abbiamo reciproco soddisfazione per il fatto che agisce per porre fine ai combattimenti, nonostante alcune violazioni, e contemporaneamente continua la lotta, senza compromessi con la "nazione Islamica" cosiddetti "Джебхат en-Нусрой" e altre fazioni terroristiche", ha detto il ministro.

Secondo Lavrov, le parti si sono trovati concordi sulla Siria che "è necessario eseguire una risoluzione Совбеза delle nazioni unite 2254, 2258, in cui sono approvati soluzione di un gruppo internazionale di sostegno della Siria, co-progettati con questo meccanismo la Russia e gli stati UNITI".