Il re, che la costituzione prescrive un obbligo di proporre la candidatura del primo ministro, e di convocare e sciogliere il parlamento, ha firmato il documento, in presenza del presidente del parlamento Paci Lopez, dopo che a mezzanotte del 2 maggio è scaduto il termine per la nomina del nuovo governo.

"Cerchiamo di sperare che tutti abbiamo imparato la lezione e che il prossimo parlamento si raggiungerà un accordo (in tema di governo) il più velocemente possibile", ha dichiarato Lopez in conferenza stampa.

Spagna fino ad ora non ha mai dovuto passare ripetere le elezioni. Le elezioni generali nel mese di dicembre 2015 hanno portato alla fine di un'epoca bipartisan sistema paese — socialisti ed ex-la sentenza del partito Popolare, alternativamente, hanno governato la Spagna più di 30 anni.

Conservatore partito Popolare di Mariano Рахоя ha vinto le elezioni politiche, tuttavia, non удержала la maggioranza dei seggi in parlamento ed è stata costretta a formare una coalizione.

Attualmente in parlamento sono presentati anche il partito di "Podemos", che serve contro le misure di austerità, e il partito di centro "i Cittadini".

Rajoy, che è stato primo ministro prima delle elezioni, era a capo del governo provvisorio. Ha rifiutato l'offerta del re di formare un governo, perché le probabilità per la sua approvazione il resto del parlamento erano minimi.

Dopo le elezioni del 20 dicembre 2015 nessuno dei partiti non ha ottenuto la maggioranza assoluta. Per la prima volta con un sacco di voti in parlamento sono entrati due nuovi partiti — ультралевая "Podemos" e liberale", i Cittadini di".

A causa di межпартийных differenze sono falliti tutti i tentativi di formare un governo di coalizione, prima su base che ha ricevuto il maggior numero di voti conservatori del partito Popolare (TM), quindi — a squadra il secondo posto Spagnola socialista, il partito del lavoro (PSOE).