Per industria potrebbe "normale agire", ha necessità di disporre di un finanziamento pari al 5% del prodotto interno lordo (PIL), e ora si distingue solo il 3% del PIL, ha sottolineato.

Come già segnalato, i rappresentanti del settore della sanità ancora non supportano il piano di azione del governo, approvata martedì, e se un compromesso non viene trovato, pronti a esprimere la sfiducia al primo ministro Marisa Кучинскису.

L'unione dei sindacati liberi (ССПЛ) della Lettonia il 1 ° maggio organizza a Riga assemblea del popolo "Per un lavoro dignitoso e decente costo del lavoro per una sana e un uomo colto in Lettonia", a cui intende partecipare anche il sindacato medici.