Adatta la direttiva è entrata in vigore il 14 ottobre di quell'anno, e effettuare i pagamenti è stato incaricato Federale reparto servizi centralizzati e di irrisolte questioni relative alla proprietà (BADV).

Per il tempo trascorso e il dopo di questo tempo in ufficio agito 1152 dichiarazioni da ex prigionieri di guerra sovietici, con la richiesta di pagamento di tale indennità. Il denaro ottenuto finora solo 367 persone. Perché così poco?

Una decisione difficile

L'anno scorso la decisione è stato dato tedesco парламентариям non è facile. Polemica sulla indennizzi ex prigionieri di guerra sovietici continuarono in Germania un paio di decenni.

Alcuni generalmente rifiutato di riconoscere che i prigionieri di guerra, è possibile riconoscere le vittime del nazismo, che, a partire dal 1956, la Germania ha pagato un totale di oltre 70 miliardi di euro. Altri dicevano che, se non pagare l'indennità, a tutti, senza eccezioni — e ex prigionieri di guerra dalle truppe антигитлеровской coalizione, e se i soldati della wehrmacht, ch'erano sovietica in cattività.

Commissario di governo di GERMANIA межобщественному cooperazione con la Russia, l'Ucraina e i paesi dell'Asia Centrale Gernot Эрлер, come altri social-democratici, ha ritenuto di tali argomenti inconcludente. I soldati nessun altro esercito, indicava lui allora, non sono stati esposti in tedesco prigioniero di guerra allo чудовищному conversione, come красноармейцы.

"Su di loro sono vittime di bullismo come sui prigionieri nei campi di concentramento, — ha cercato di convincere i suoi avversari Эрлер. — Quindi sbagliato di esporre le loro normali prigionieri di guerra".

"Варварская ingiustizia"

Secondo i calcoli storico tedesco Rolf Keller, la wehrmacht presi prigionieri da 5,3-5,7 milioni di soldati sovietici. "Almeno 2,6 milioni, e probabilmente anche di 3,3 milioni di morti, in tedesco prigioniero, ha detto Keller. — La mortalità stesso tra gli altri prigionieri di guerra era di non più di due per cento".

Per i prigionieri soldati dell'armata rossa nella Germania nazista, sono stati creati dei campi, che conteneva da 20 mila a 50 mila persone contemporaneamente. Erano, di solito, solo il terreno, cinte filo spinato lungo il perimetro. Né caserma, né servizi igienici.

I cucchiai выкапывали cunicoli nel terreno, per il riparo dalle intemperie. In certificati di morte, dice lo storico, spesso portava la "soffocato in tana". Mangiato legnoso corteccia, выкапывали vermi. Più di 300 persone al giorno i prigionieri morivano di fame e di malattie.

Uno di questi ex-campi di concentramento — "Шталаг-326" alla periferia di Holte-Штукенброк all'inizio di maggio dello scorso anno ha visitato il presidente federale Joachim Gauck. Parlando alla траурной cerimonia in memoria dei caduti qui di prigionieri di guerra sovietici, lui e la loro pensato alle vittime del nazismo e del loro trattamento definito "barbaro ingiustizia e di violazione di tutte le norme civili".

Il presidente è considerato in Germania superiore moralmente etico competente, e le sue parole non sono senza conseguenze. Ma finalmente переубедили scettici numero dei parlamentari tedeschi sei di storici esperti, заслушанные alla riunione della commissione bilancio del bundestag. Essi hanno approvato all'unanimità la proposta di pagare un simbolico indennità di ex prigionieri di guerra sovietici.

Come ottenere la pensione di invalidità?

Per per ottenere tale beneficio, è necessario inviare la domanda di BADV. A lui dovrebbe fare il questionario compilato, che — in lingua italiana — è possibile scaricare dal sito di questo ufficio.

Nel questionario sono indicati dati anagrafici, indirizzo di residenza, stato civile e di avere figli, le informazioni sul soggiorno in tedesco cattività — preferibilmente con l'indicazione di un particolare campo di camere e la posizione. Inoltre, al modulo è necessario allegare copia di documenti comprovanti il vostro soggiorno in tedesco prigioniero di guerra. Questo può essere, ad esempio, la guida locale, l'ufficio militare.

Contattare BADV può solo egli stesso un ex prigioniero di guerra o di suo fiduciario, ma non eredi. Cioè, al momento della presentazione della dichiarazioni di un ex prigioniero di guerra deve essere ancora vivo. Se un uomo è morto, mentre è stato considerato il suo caso, quello tedesco, con il sussidio può ottenere solo con la sua vedova o i figli, ma non altri parenti.

Considerato che in vita rimangono ancora circa quattro migliaia di ex prigionieri di guerra sovietici. Oggi in ufficio ha ricevuto 1152 dichiarazioni. Più di tutto, dalla Russia (573) e Ucraina (285). Ma perché a 2500 euro, ottenuto solo 367 persone?

Il capo del gruppo di lavoro speciale BADV Steffi Hampel ha spiegato il giornalista di DW, che alla maggior parte delle dichiarazioni o che non si applicano pieno, con firma autenticata di un questionario o di copia di documenti comprovanti il fatto di essere in tedesco prigioniero in un periodo di tempo con il 22 giugno 1941 fino al 8 maggio del 1945.

Alcuni documenti ai dipendenti di questo gruppo di lavoro è possibile rintracciare negli archivi tedeschi, ma gran parte di loro, relative ai prigionieri di guerra, è stato dopo la fine della guerra trasmessa alle autorità sovietiche.

Chi ottiene un errore?

In una nota, разъясняющей regole del sussidio, diversamente che in esso viene negato "coloro che hanno commesso dei crimini di guerra o crimini contro l'umanità". Persone che in un determinato periodo di tempo si sono comportati "in servizio германскую polizia, esercenti la polizia (SIPO), segreto di stato polizia (gestapo), il servizio di sicurezza (CD), di sicurezza unità (SS), comprese le SS, o d'assalto unità (SA)".

Ma nessuno dei candidati, ha assicurato Steffi Hampel in un'intervista DW, non è stato negato per questo motivo. Le deroghe — una ventina — ha ricevuto solo successori di ex prigionieri di guerra sovietici, a spiccare il BADV già dopo la loro morte.

Il termine per la presentazione delle domande è il 30 settembre 2017. Per ulteriori informazioni in lingua russa, è possibile ottenere la finestra di aiuto, il numero telefonico indicato sul sito BADV e specifiche di assistenza nella compilazione del questionario hanno il personale delle rappresentanze diplomatiche Germania, nei paesi dell'ex unione SOVIETICA.

Circa la possibilità di ottenere il beneficio anche stati informati dei veterani di alleanze in tutti i paesi post-sovietici.