L'accordo tra l'UE e la Turchia sulla riammissione dei migranti irregolari dovrebbe entrare in vigore già il 20 marzo. Da quel giorno tutti i rifugiati, illegalmente arrivano in Grecia dalla Turchia attraverso il mar Egeo, possono essere inviate di nuovo in Turchia. Per ogni выдворенного illegale di migranti dell'UE si impegna legalmente prendere dalla Turchia un siriano rifugiato. Nella prima fase, l'unione europea ha proposto di raccogliere legalmente dalla Turchia 72 migliaia di siriani. Se questo numero viene superato, l'azione di un contratto tra le parti sarà sospesa.

A sua volta turco portavoce ha riferito che il ritorno in Turchia clandestini, hanno invaso la Grecia con il territorio turco attraverso il mar Egeo, inizierà il 4 aprile.

I negoziati di adesione della Turchia alla UE

Il portavoce UE ha sottolineato che il contratto di migranti deve ancora essere approvato dal primo ministro recep Ахметом Davutoglu. Un altro alto funzionario dell'Ue ha già detto che la Turchia ha messo in chiaro sulla volontà di prendere questo documento.

Il progetto di accordo tra l'UE e la Turchia prevede anche l'apertura fino alla fine di giugno altri due settori nell'ambito dei negoziati di adesione della Turchia all'unione europea. Si tratta di negoziati per questioni di bilancio e delle finanze. Cipro come membro dell'UE non può bloccare la negoziazione di questi due modi, ha sottolineato il rappresentante dell'unione Europea, aggiungendo che la questione dei negoziati in altri settori sarà risolto in seguito.

In precedenza Cipro di nuovo minacciato di porre il veto alla negoziati tra Bruxelles e Ankara di adesione della Turchia alla UE. Il governo di Nicosia insoddisfatto del fatto che la Turchia continua l'occupazione della parte settentrionale di Cipro, non riconosce il governo della Repubblica di Cipro e si rifiuta di aprire per Cipro i suoi porti e aeroporti.