Secondo lei, i risultati non ci sono e in uno spostamento del carico fiscale dal lavoro, di attivazione dei disoccupati e le riforme nel settore pubblico.

La commissione europea per la prima volta dà una valutazione per un periodo di diversi anni. Come aspetti positivi segnato risoluzione per deficit eccessivo e la conservazione di disciplina fiscale. I progressi ci sono, anche nel campo dell'istruzione superiore, della giustizia e dell'energia, anche se l'introduzione di riforme ancora in corso.

Nel settore della formazione professionale e di insolvenza adottate le quadro normativo, ma è necessario un efficace integrazione, ritiene la Commissione europea.