• Assad ha parlato del ruolo della Russia e dell'Iran, nel rafforzamento della Siria

  • Il presidente Siriano Bashar Assad ha annunciato che il supporto di Mosca e Teheran ha permesso di stabilizzare la situazione nella repubblica Araba. Secondo lui, creati i presupposti necessari per i cittadini della Siria stati in grado di determinare il futuro del suo paese, e l'Occidente non ha imposto loro la sua volontà.

    Il presidente Siriano Bashar Assad ha detto che il sostegno di Russia e Iran, ha permesso di stabilizzare la situazione nella repubblica Araba. Su questo, come riferisce l'agenzia SANA, siria leader ha detto durante l'incontro di sabato 19 marzo, con il capo del consiglio strategico per le relazioni esterne dell'Iran Камалем Kharrazi.

    Come ha sottolineato al-Assad, politica e militare di aiuto da parte di amichevole della Siria gli stati, in primo luogo, l'Iran e la Russia, ha contribuito a «rafforzare la resistenza degli aramei nella guerra contro il terrorismo». Secondo lui, la stabilizzazione della situazione ha creato i presupposti affinché i cittadini della Siria stati in grado di determinare il futuro del proprio paese.

    La pace in Siria proteggere il paese da imporre la volontà «dell'Occidente e dei suoi alleati», che va contro gli interessi dei popoli del Medio Oriente, ha aggiunto Assad.

    17 marzo спецпосланник segretario generale dell'ONU per la Siria Стаффан de Mistura segnalate, che i colloqui sulla Siria delegazione di governo e di opposizione, condividono la posizione circa la necessità di preservare l'unità e l'integrità del paese, il rifiuto di discussioni sul федерализме.

    In precedenza lo stesso giorno tre curdi della regione (Jazeera, Кобани e Африн)proclamato istruzione federazione russa nel nord della Siria. Il governo della Siria ha già annunciato che la nuova formazione non riconosce. Una simile opinione è condivisa da Ankara e Washington.

    14 marzo, il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov ha assicurato, che a Mosca, disposto a sostenere федерализацию Siria, nel caso, se per questo si esibiranno i cittadini del paese. Se in precedenza il ministero russo dichiaravano, che la questione федерализации la Siria non è oggetto di discussione tra Mosca e i paesi dell'Occidente.

    Colloqui sulla situazione in Siria sotto l'egida dell'ONU, con la partecipazione di Russia, stati UNITI d'america e di altri paesi cominciarono a Ginevra il 14 marzo. L'ordine del giorno è definito dal Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite. All'incontro partecipa l'amministrazione del presidente Bashar al-Assad, oltre a rappresentanti dell'opposizione siriana. Il 13 marzo è apparso un messaggio che prima della negoziazione sono ammessi i curdi.

    Il 27 febbraio in Siria agisce accordo di cessate il fuoco, gli iniziatori di cui sono diventati Russia e stati UNITI. Questo documento, in particolare, implica che le operazioni militari continueranno solo in materia di «stato Islamico» (IG, raggruppamento vietato in russia) e di altre organizzazioni estremiste, alcuni Совбезом delle nazioni unite.

    http://lenta.ru

More news in the same category:

More Global News:

comments powered by Disqus