"Purtroppo, i lettoni, probabilmente, non sarà in grado di coinvolgere i russi. Se qualcuno e in grado di fare questo, allora questa sarebbe una persona di lingua russa per l'ambiente", — ritiene Ванагс. A sua volta Stankevych ha esortato: "Non essere così semplice nostre russo dare e classificare a una sorta di quinta colonna, nemici che vogliono vendere Lettonia o separare una porzione. Cerchiamo di non dare, поборемся per loro!".

Stankevych ritiene che invece, per теребить vecchia ferita, il suo infine, sarà necessario iniziare a trattare, poiché l'ascesso infetta tutto il corpo, in questo caso l'intero paese. "Siamo di fronte a grandi cambiamenti, e noi davvero bisogno di preoccuparsi per la società è coesa e non erano i singoli gruppi. È necessario sostenere tutte le iniziative che mirano a unire i russi e lettoni.

Ad esempio, una di queste iniziative — Grande субботник, in cui amichevolmente possono partecipare e i lettoni e russi, e le persone di altre nazionalità. In massa gli eventi sportivi sono coinvolti anche i rappresentanti di tutti i popoli. Con piena fiducia, voglio dire che se continuiamo теребить vecchie ferite è una strada verso il nulla. Dobbiamo infine riassumere e iniziare una nuova vita", — ha detto l'arcivescovo.

A sua volta Ванагс ha sottolineato che la traduzione in russo la società non è monolitico. Una certa parte di esso, anche, come una certa parte di lettoni, non vuole alcuna convergenza e raggiungere un accordo. Non è escluso che possano permetterselo, e la Lettonia non è l'unico paese, con la quale comunicano il loro futuro, vicina Russia. Per lettoni stessi Lettonia è l'unica possibilità, di disporre di seguito con intelligenza e attenzione. Vedere in russofoni è solo una minaccia e non vedere il loro potenziale non è intelligente e non con cautela. "Non riesco a sé condensare gli ottimisti può solo in gli occhiali e non sono sicuro che qualcosa può ancora essere salvato, ma non possiamo permetterci di non provare", ha spiegato Ванагс.
A suo parere, non si tratta di perdono e umiltà e di buon senso e responsabile rispetto al futuro della Lettonia. E questo atteggiamento deve essere di entrambi i lati.

Con gli ortodossi colleghi ha discusso di come promuovere la comprensione, ha aggiunto Ванагс.